Progettazione educativa
e gestione di servizi
socio-assistenziali
tel/fax 02 95737628
Via Matteotti, 3
20066 Melzo (MI)

amministrazione@milagro.it

KM Zero



 

 

 

UNIONE DEI COMUNI LOMBARDA ADDA MARTESANA (Pozzuolo M., Bellinzago L., Liscate, Truccazzano.

La partecipazione attiva come espressione del protagonismo giovanile è un percorso in cui si riconosce al giovane un ruolo da cittadino che vive un territorio. Questo significa che il giovane, al di là della sua età, riveste un ruolo ben chiaro e riconosciuto all’interno della comunità locale. Il  paradigma permette di contestualizzare il tema del protagonismo del giovane, rispetto alla funzione di essere cittadino e di appartenere a un territorio. Il protagonismo giovanile diviene, dunque, opportunità per il giovane di vedere legittimata e rafforzata la propria spinta alla promozione e sperimentazione di proposte di miglioramento della città, di appartenenza a realtà territoriali, ma anche di richiamare il mondo adulto in una dinamica di ri-conoscimento e di accoglienza degli adolescenti come attori della comunità. Non solo, quindi, una comunità educante, ma anche una comunità educata, capace di accogliere, di rispettare, di riconoscere l’altro. La partecipazione attiva così intesa, quindi, ha bisogno di processi di coprogettazione, dove flessibilità e progettazione sociale diventano elementi fondanti la metodologia di azione; processi non solo top-down, in cui l’esperto è chiamato a sottoporre alla cittadinanza un mandato, ma dinamiche bottom-up grazie alle quali si sviluppano movimenti in cui le diverse generazioni acquistano la consapevolezza di avere una prospettiva, un compito, di essere protagonista responsabile nell’esistenza collettiva. La strutturazione di questo processo ha la finalità di far tendere i protagonisti del progetto verso uno sviluppo complesso di interazioni sociali che sostengano, implementino e favoriscano la capacità di focalizzare ed agire conoscenze, competenze e skills acquisite.