Progettazione educativa
e gestione di servizi
socio-assistenziali
tel/fax 02 95737628
Via Matteotti, 3
20066 Melzo (MI)

amministrazione@milagro.it

progetto IShare



progetto Ishare

Da settembre 2015 il CAG Camaleonte ha aperto trasformando non solo il proprio nome, ma provando a “crescere” per meglio rispondere ai bisogni dei giovani del territorio di Pessano con Bornago. ISHARE, “io condivido”, è il nome della nuova progettazione che accompagnerà il lavoro sulle politiche giovanili fino al 2017.

ISHARE cambia anche nella forma e nella procedura: ISHARE è una coprogettazione, tra il Comune di Pessano con Bornago e due cooperative che operano da anni sul territorio della martesana in tema di politiche giovanili, Cooperativa Milagro e cooperativa Spazio Giovani.
La co-progettazione rappresenta una forma di collaborazione tra P.A. e soggetti del Terzo Settore volta alla realizzazione di attività e interventi mirati e tempestivi per rispondere ai bisogni locali della persona, della famiglia e della comunità.
Scegliere di attivare una procedura di co-progettazione per un ente locale significa aver sperimentato e consolidato rapporti di “fiducia” con le realtà del proprio territorio, ma anche accettare di cedere una parte di “potere” per aumentare il grado di responsabilità diffusa. ISHARE, dunque è responsabilità condivisa, empowerment dei soggetti sociali, flessibilità, creatività.

Come si opera in un processo di co-progettazione? Le parti sociali individuano una serie di obiettivi di sviluppo, selezionano i progetti di intervento compatibili con tali obiettivi e concordano un insieme di misure utili a facilitare e sostenere la realizzazione dei progetti.
Le linee di sviluppo ipotizzate dal Progetto IShare in tema di politiche giovanili riguarderanno la progettazione, la programmazione e il realizzo di luoghi fisici e visrtuali, direzionati “alla creazione di spazi attrezzati di incubazione della creatività dove i giovani possano incontrarsi in modo proficuo, intelligente e competente sviluppando propri interessi” (Piano territoriale Politiche Giovanili – Regione Lombardia 2014/2015), all’interno di un ambiente/comunità favorevole all’innovazione sociale:

  • CAG, di via Pasubio 16;
  • Educativa territoriale.


Questi luoghi saranno luogo d’incontro, di idee, di condivisione per i ragazzi e i giovani del territorio, ma anche luogo in cui attivare processi di corresponsabilità, valorizzazione dell’esistente, riduzione degli sprechi, ricomposizione efficace di risorse, e di  partecipazione sociale di tutte le realtà che a livello locale si occupano di educazione e di giovani, in linea con la  Dgr 2941/19.12.2014.

Il CAG, come luogo dell’esperienza educativa, è un setting dai confini definiti (5 aperture alla settimana), un luogo fisico e relazionale rivolto in modo prioritario ai ragazzi dai 10 ai 18 anni. La finalità generale del C.A.G., è accompagnare i ragazzi nel proprio singolare percorso di crescita, attraverso le esperienze vissute insieme a loro
L’ET, come spazio di sperimentazione, avrà un target più ampio, 14/25 anni. L’ET evolve nel pensiero e nell’azione e in relazione all’aumento dell’instabilità dei progetti di vita, si propone di agire sulla condizione giovanile per creare opportunità e strumenti di autonomia e, al tempo stesso, di partecipazione. Quattro tematiche/Cloud guideranno il lavoro degli operatori:
-Cloud orientamento: inteso come analisi e sviluppo di interventi volti a orientare i ragazzi rispetto sia alle loro scelte di vita, alle risorse e possibilità che il territorio può loro offrire.
-Cloud autonomia: pensato come percorso di sviluppo e conoscenza di esperienze che possono guidare i ragazzi e le ragazze nella gestione consapevole della propria vita e dei passaggi verso l'adultità.
-Cloud lavoro: sviluppato intorno alla domanda di ricerca di una prima esperienza lavorativa. Vuole essere connettore con tutte le opportunità di esperienza e di aiuto dei giovani verso l'accesso al mondo del lavoro.
-Cloud makers: volto a valorizzare le idee, gli interessi, le passioni che i ragazzi portano nei vari contesti, affinché i giovani vengano visti come costruttori di cittadinanza attiva e di innovazione locale.
ISHARE partecipa allo sviluppo dei diversi luoghi sociali di progettazione in tema di politiche giovanili.
Osservatorio politiche giovanili, come luogo di progettazione e di indirizzo delle politiche locali. Partecipanti: assessore politiche giovanili, associazioni sportive, oratori, associazioni culturali, responsabile progetto IShare, Forze dell’Ordine.
Progetto Spazio Giovani Martesana, come luogo di rete di servizi, in cui connettere le diverse progettualità locali e attivare interventi sovra-territoriali a favore dei giovani – accordo di programma 2015/2017.
Tavolo inter-distrettuale, come luogo sovralocale di messa a sistema di modalità innovative sperimentate nell’incontro con i giovani del territorio e di condivisione delle esperienze e delle opportunità al fine di favorire la creazione di un territorio aperto, interattivo, officina di idee e di nuove sperimentazioni. Il tavolo si attiva su singole progettazioni e su percorsi di fund raising o come luogo di evoluzione e confronto delle politiche giovanili.
Tavoli tematici, come luoghi di sviluppo di progettazioni partecipate sul territorio della Martesana, finalizzate alla creazione di un sistema virtuoso che si autoalimenta e autorigenera proprio grazie all’incontro di competenze e ruoli diversi (Afol Mi-est, Asl, …). Partecipano: i referenti della co-progettazione EL/ATI.


La democrazia può resistere alla minaccia autoritaria soltanto a patto che si trasformi, da "democrazia di spettatori passivi", in "democrazia di partecipanti attivi", nella quale cioè i problemi della comunità siano familiari al singolo e per lui importanti quanto le sue faccende private.
Erich Fromm, Avere o essere?, 1976




contatti mail:  progettoIshare@gmail.com      telefono: 02.95.74.60.37